Cerca
  • Sara Borghi

Fungo criniera di leone (hericium erinaceus): benefici e dove si compra


Indice

 

Cos'e' il fungo criniera di leone


I funghi criniera di leone, noti anche come Monkey's Head (testa di scimmia) o Hericium Erinaceus, sono funghi grandi, bianchi e ispidi che, crescendo, ricordano la criniera di un leone.


Hanno un uso culinario e medico in paesi asiatici come Cina, India, Giappone e Corea.


I funghi criniera di leone possono essere gustati crudi, cotti, essiccati, nelle insalate, saltati in padella come delizioso contorno o macerati come tè.


Inoltre, i loro estratti sono spesso utilizzati negli integratori da banco.


Molti descrivono il loro sapore come "simile a quello del mare", spesso paragonandolo a quello del granchio o dell'aragosta.


Contengono sostanze bioattive che hanno effetti benefici sull'organismo, in particolare sul cervello, sul cuore e sull'intestino.


Ma andiamo più nel dettaglio e vediamo quali sono le loro proprietà benefiche principali.


A cosa serve il fungo hericium: 4 benefici per la salute


L'Hericium erinaceus, o criniera di leone, ha una lunga storia nella medicina cinese ed orientale grazie alla sua miriade di benefici nutrizionali.


Le ricerche sui benefici dei funghi con criniera di leone sono piuttosto ampie e, sebbene gli studi riguardino in gran parte esperimenti su cellule o animali piuttosto che studi sull'uomo, l'impatto di questo ingrediente sembra essere di ampia portata.


1. Stimolano le cellule cerebrali


Sostenere la salute del cervello attraverso la dieta non è un concetto nuovo, e i funghi criniera di leone possono effettivamente aiutare a mantenere le funzioni mentali al massimo.


Studi sugli animali, in provetta e sull'uomo hanno dimostrato che l'integrazione con l'estratto o la polvere di funghi criniera di leone può giovare alla salute del cervello, stimolando la crescita delle cellule cerebrali e nervose, proteggendole dai danni causati dal morbo di Alzheimer, potenziando le funzioni mentali e favorendo il recupero da lesioni del sistema nervoso.


Questa stimolazione è dovuta ai composti ericenoni ed erinacine presenti nei funghi criniera di leone.


È da notare, tuttavia, che la maggior parte di questi studi è stata condotta su animali, quindi sono necessarie ulteriori ricerche sull'uomo prima di giungere a una conclusione definitiva.


2. Supportano la salute mentale


Oltre a sostenere la salute del cervello, sono stati condotti altri studi sui potenziali benefici di questo fungo per gestire ansia e depressione.


Ciò potrebbe essere dovuto a un migliore funzionamento dell'ippocampo, ma anche in questo caso sono necessarie ulteriori ricerche sull'uomo.


Inoltre, una ricerca ha rilevato che l'estratto di criniera di leone ha contribuito a ridurre l'ansia e la depressione nei topi grazie all'impatto antinfiammatorio che può avere (maggiori informazioni in merito).


3. Hanno Proprieta antinfiammatorie


Oltre ai benefici cerebrali dei funghi della criniera di leone, è stato dimostrato che questi funghi possono avere anche proprietà antinfiammatorie che possono sostenere l'intero organismo.


I ricercatori ritengono che le proprietà antinfiammatorie e antiossidanti dei funghi criniera di leone possano essere parte del loro effetto benefico sulla salute, ma sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere meglio questi meccanismi.


I benefici antinfiammatori e antiossidanti di questo fungo possono contribuire a ridurre le malattie legate all'infiammazione, compresi i rischi per la salute causati dall'obesità, limitando l'infiammazione del tessuto adiposo.


4. Supportano la salute dell'intestino


Per quanto riguarda la salute dell'intestino, infine, esiste un'ampia gamma di alimenti e abitudini da seguire per mantenere la situazione sotto controllo.


Ora è possibile aggiungere all'elenco anche i funghi criniera di leone.


Sono considerati un "alimento funzionale" e possono agire come "prebiotico", sostenendo il microbiota del tratto gastrointestinale (flora intestinale) grazie alla loro componente polisaccaridica beta-glucano.


In particolare, alcuni studi hanno dimostrato che i funghi criniera di leone possono essere in grado di limitare la crescita del Helicobacter pylori, un batterio spiraliforme che può colonizzare la mucosa gastrica, il rivestimento dello stomaco umano, ed è considerato responsabile della formazione di ulcere nello stomaco.


Tuttavia, per il momento, questo è stato osservato solo in una provetta e non in uno stomaco vero e proprio, quindi sono - anche in questo caso - necessarie ulteriori ricerche.


Quale Integratore comprare


Io e Francesco ti consigliamo l'integratore di Hericium di 180 capsule ad alto dosaggio con 650 mg di estratto per capsula prodotto a Vit4ever, che utilizza un estratto del corpo del frutto 30:1 e ha una concentrazione di principi attivi fino a 30 volte superiore a quella di prodotti analoghi.


Le capsule sono 100% vegane e prive di stearato di magnesio, aromi, coloranti, stabilizzanti, gelatina e, naturalmente, senza lattosio, glutine e conservanti.


Come usarlo in cucina


Quando si tratta di incorporare questo particolare fungo nella dieta quotidiana, le opzioni sono infinite.


Noi ti consigliamo di saltarli in olio d'oliva con scalogno e aglio.


Inoltre, sono un delizioso condimento per zuppe o insalate.


Sotto forma di integratore, si possono aggiungere al caffè, al tè, a un frullato o a una zuppa.


Possibili effetti collaterali


Nessuno studio sull'uomo ha esaminato gli effetti collaterali del fungo della criniera di leone o del suo estratto, ma sembrano essere molto sicuri.


Non sono stati osservati effetti negativi nei ratti, anche a dosi pari a 2,3 grammi per libbra (5 grammi per kg) di peso corporeo al giorno per un mese o a dosaggi inferiori per tre mesi.


Tuttavia, chi è allergico o sensibile ai funghi dovrebbe evitare la criniera di leone.


Sono stati documentati casi di persone che hanno avuto difficoltà a respirare o eruzioni cutanee dopo l'esposizione ai funghi della criniera di leone, probabilmente a causa di allergie.


Quando prendere hericium?


I funghi criniera di leone (Hericium Erinaceus) si possono assumere in qualsiasi momento della giornata, sia a digiuno sia a stomaco pieno.


Il loro utilizzo non provoca problemi di stomaco o d'intestino.


In conclusione


Naturalmente è necessario condurre ulteriori ricerche prima di considerare i funghi criniera di leone come la soluzione definitiva per qualsiasi problema di salute.


Tuttavia, ci sono prove promettenti che questo alimento funzionale può avere un impatto positivo sul benessere dal punto di vista nutrizionale.


Cucinare con i funghi criniera di leone è un ottimo modo per diversificare la vostra dieta e aggiungere ai vostri pasti dei nutrienti che altrimenti non potreste ottenere.


Saltateli nel prossimo soffritto, aggiungeteli ad un piatto di pasta o a qualsiasi zuppa per ottenere un sapore ricco, con la consapevolezza che state nutrendo bene il vostro corpo.

 

SARA BORGHI


Sara si occupa di comunicazione e marketing digitale dal 2010.


Nel 2020 ha completato il corso “Mental Fitness & Wellbeing“ tenuto da Phil Dobson, fondatore di Brain Workshops e autore dell'acclamato bestseller internazionale “The Brain Book: How to Think and Work Smarter”.


È una grande appassionata di montagna, sport e crescita personale.



4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti