Cerca
  • Francesco Colelli

🍋 La "doccia interna" alla chia e limone sconfigge davvero la stitichezza?


doccia interna alla chia e limone

INDICE

 

Introduzione


Avete sentito parlare della bevanda "doccia interna" a base di semi di chia e succo di limone?


Sta diventando virale su TikTok e viene acclamata come un toccasana per:

  • la digestione

  • la stitichezza

  • il gonfiore (soprattutto dopo un viaggio)

  • detox

  • curare i postumi di una sbornia.

I suoi sostenitori consigliano di:

  1. mescolare due cucchiai di semi di chia in una tazza d'acqua

  2. aggiungere succo di limone

  3. aspettare che i semi inizino ad assorbire l'acqua e a formare un gel

  4. bere a stomaco vuoto e aspettare.

I semi di chia sono semi commestibili di una pianta da fiore delle famiglie della menta e della salvia.


Questi piccoli semi (1.000 semi pesano circa 1,3 grammi) sono ricchi di fibre alimentari, grassi polinsaturi e proteine.


Contengono inoltre vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina, niacina e acido folico) e minerali (calcio, potassio, magnesio e fosforo).


Ma andiamo più nel dettaglio rispetto ai "presunti" benefici di questa "doccia interna".


1) Favorire la digestione


I semi di chia NON possono "velocizzare" la digestione.


Per la maggior parte delle persone, i processi digestivi si svolgono automaticamente, proprio come la respirazione e il flusso sanguigno.


Non è quindi possibile accelerare i processi enzimatici che aiutano la scomposizione, la digestione e l'assorbimento degli alimenti.


È probabile che questa affermazione venga confusa con la stitichezza, che influisce sul tempo impiegato dal cibo non digerito per attraversare l'intestino e raggiungere l'intestino crasso, dove viene elaborato e trasformato in feci.


Esistono condizioni mediche, come la fibrosi cistica, in cui gli enzimi digestivi non riescono a mescolarsi adeguatamente con il cibo e occorre assumere enzimi medicinali per via orale.


Ma ciò è molto raro.


2) Combattere la stitichezza


Questa affermazione è probabilmente vera, grazie all'elevato contenuto di fibre dei semi di chia.


Il contenuto di fibre alimentari dei semi di chia varia dal 23% al 41%, a seconda della varietà.


L'85% di questo contenuto è costituito da fibre insolubili che aggiungono massa alle feci e contribuiscono ad aumentare il tempo di transito dei movimenti intestinali nell'intestino.


Il restante 15% è fibra solubile, ovvero si scioglie in acqua e rimane intatta fino all'intestino crasso.


Lì viene fermentata dai microbi intestinali.


Questo produce acqua che aiuta a mantenere morbidi i movimenti intestinali.


Due cucchiai di semi di chia pesano circa 20-25 grammi e forniscono 9-10 grammi di fibre, che sono molte rispetto agli obiettivi di assunzione giornaliera degli adulti di 25-30 grammi al giorno.


Ma i semi di chia non sono l'unico alimento ricco di fibre.


Quali sono i segnali che indicano che è necessario dare un'occhiata più da vicino alla propria dieta?


Ci viene in aiuto la Bristol Stool Chart:

Se negli ultimi mesi avete accusato sintomi quali feci grumose o dure, svuotamento incompleto dell'intestino, sforzi per andare di corpo o meno di tre movimenti intestinali a settimana, potreste essere stitici.

Per risolvere il problema, bevete acqua a sufficienza in modo che l'urina abbia il colore della paglia.


Poi, aumentate l'assunzione di alimenti ricchi di fibre come:

  • lo psillio

  • pane integrale e i legumi (ceci, lenticchie, mix di quattro fagioli, fagioli rossi)

  • prugne

  • kiwi

  • porri

  • cipolle

  • barbabietole

  • cavoletti di Bruxelles

  • pesche

  • anguria

  • melone e, naturalmente, i semi di chia.

È stato dimostrato che questi alimenti ricchi di fibre sono in grado di aiutare la stitichezza.


Se le vostre abitudini intestinali non migliorano o sono cambiate, vi consigliamo di consultare il vostro medico.


3) Ridurre il gonfiore


Il gonfiore è la sensazione di pressione sull'addome dovuta alla ritenzione di gas.


Una recente ricerca ha dimostrato che sia le persone con un intestino sano sia quelle affette da sindrome dell'intestino irritabile (IBS) hanno reagito in modo simile al consumo di un "pasto di prova", in termini di produzione di gas e di ritenzione del contenuto nello stomaco.


Tuttavia, i ricercatori hanno riscontrato che le persone affette da sindrome dell'intestino irritabile hanno riportato più sintomi legati alla produzione di gas, il che significa che il loro intestino era più ipersensibile.


Ciò suggerisce che le persone affette da IBS potrebbero trovare la produzione di gas dovuta a una "doccia interna" di chia scomoda o addirittura dolorosa.


4) Curare i postumi dell'alcool


Non ci sono prove che la chia o il succo di limone, le vitamine o altri rimedi possano curare i postumi di una sbornia.


I semi di chia contengono tiamina e l'alcol riduce l'assorbimento della tiamina dall'intestino.


Tuttavia, i postumi dell'alcool si verificano dopo aver bevuto troppo alcol e quindi la tiamina dei semi di chia arriva troppo tardi per essere utilizzata durante la digestione dell'alcol.


Per concludere


I semi di chia siano ricchi di fibre, minerali, vitamine e amminoacidi e per questo motivo io e Francesco vi consigliamo di utlizzarli in ricette più gustose rispetto alla bevanda "doccia interna", come ad esempio il budino di chia alla banana o il frullato di chia ai frutti di bosco.


Se volete trarre beneficio dalle proprietà di questi semi ed evitare problemi, bevete l'acqua separatamente.


Non c'è alcun beneficio particolare nel combinarla con i semi ed il limone.


Parola di dietologo. :)

 

FRANCESCO COLELLI


Nutrizionista registrato presso la "British Association for Nutrition", Francesco è specializzato in "Human Nutrition and Wellbeing" e vanta oltre 5 anni di esperienza nell'ambito della nutrizione clinica e della telemedicina, a livello internazionale.





 

"I nostri articoli sono sottoposti a revisione e controllo medico da parte di specialisti certificati per garantire che tutte le affermazioni su condizioni mediche, sintomi, trattamenti e diete siano accurate e riflettano le linee guida attuali e le ultime ricerche scientifiche."


4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti